Home » Risorgimento Firenze » Mostre » COLORI E FORME DEL LAVORO

COLORI E FORME DEL LAVORO

Fondazione Giorgio Conti Palazzo Cucchiari  Via Cucchiari, 1 – 54033 Carrara (MS)

17 giugno/21 ottobre

 

A Carrara, presso Palazzo Cucchiari sede della Fondazione Giorgio Conti è aperta la mostra ‘Colori e forme del lavoro. Da Signorini e Fattori a Pellizza da Volpedo e Balla’. L’esposizione, ideata e promossa dalla Fondazione Giorgio Conti e curata da Massimo Bertozzi e Ettore Spalletti, è dedicata alla rappresentazione del mondo del lavoro nell’arte italiana tra l’Unità d’Italia e la Grande Guerra.

Colori e forme del lavoro: dipinti e sculture di quegli artisti che dopo l’Unità d’Italia dispongono una nuova figurazione della storia, per cui a venir rappresentati in immagini non sono più gli eroi, i poeti e i santi, ma la gente comune colta nella sua realtà quotidiana, nella fatica del lavoro soprattutto, nei campi e nelle officine come in casa o in bottega, ma anche nella pena e nella miseria che sempre dà la mancanza del lavoro, nelle loro differenti espressioni di umiltà, di bisogno, ma anche di rivendicazione della propria identità, di affrancamento, quindi di rabbia, di organizzazione e di protesta e di lotta.

In mostra oltre cinquanta opere, di collezioni pubbliche e private italiane, che spaziano dalla pittura Macchiaiola attraverso il Verismo e le suggestioni simboliste fino  alle prime avvisaglie delle  avanguardie: da Fattori a Morbelli, da Signorini a Pellizza da Volpedo, qui presente con un grande disegno preparatorio del Quarto Stato, da Vincenzo Vela,  in mostra con il Monumento alle Vittime del Lavoro, fino a  Giacomo Balla pre-futurista, il progetto espositivo  intende verificare come nella pratica della pittura, il movimento realista e verista italiano nei decenni successivi all’unità politica della Nazione dia campo a un profondo rinnovamento tematico e  formale, senza perdere di vista lo sfondo sociale e le profonde trasformazioni culturali in cui si viene definendo l’immagine della “nuova Italia”.

Per raccontare tutto questo, la mostra si articolerà in sette sezioni, dedicate a: il lavoro domestico, il lavoro nei campi, il lavoro in mare e nei fiumi, il commercio, il lavoro nelle officine e nelle manifatture, il lavoro in miniera e nelle cave, la condizione sociale. 

 

Orari dal 17 giugno fino al 21 ottobre

  • Giugno Settembre Ottobre
  • martedì, mercoledì, giovedì e domenica: dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20
  • venerdì e sabato: dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 22
  • lunedì chiuso
  • Luglio Agosto
  • martedì, mercoledì, giovedì e domenica: dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20
  • venerdì e sabato: dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17 alle 23
  • lunedì chiuso

 

Biglietti

INTERO € 10,00  con audioguida
RIDOTTO € 8,00  con audioguida (da 9 a 18 anni, oltre i 65 anni e soci Touring)
GRUPPI (da 10 a 29): € 8,00 con audioguida
GRUPPI (da 30 in su): € 7,00 con audioguida
SCUOLE € 4,00 senza audioguida 2 accompagnatori gratuiti per scolaresche
CONVENZIONI Riduzioni del 20% soci Coop Tirreno e Unicoop Firenze e Gruppo Feltrinelli
GRATUITI senza audioguida: Giovani fino a 8 anni accompagnati dai genitori – Giornalisti con tesserino nazionale – Portatori di handicap e accompagnatore

 

Per informazioni:
Tel +39 0585 72 355
info@palazzocucchiari.it
www.palazzocucchiari.it

 

Comitato Fiorentino per il Risorgimento - redazione web