Home » Risorgimento Firenze » Pubblicazioni » 1333: Firenze dove passavano le ultime mura

1333: Firenze dove passavano le ultime mura

Autori      Andrea e Fabrizio Petrioli

Editore     Sarnus

Anno         2017

Pag.           176

Prezzo       Euro 12

La “cerchia di Arnolfo”, costruita tra il 1284 e il 1333, era tra le più possenti d’Europa. Alta e imponente, lunga oltre otto chilometri, fu innalzata per abbracciare la città di allora e quella del futuro, contenendo la popolazione negli anni a venire e difendendola dai numerosi nemici. Quando la cinta fu chiusa, attorno alle mura c’erano perlopiù distese di campi e prati, ma quei terreni si sarebbero presto popolati e urbanizzati. Alla fine dell’Ottocento, l’area entro le mura è occupata dai nuovi quartieri e la città si sviluppa anche all’esterno dei viali di circonvallazione.

“È proprio in questi anni – spiegano gli autori – che l’attività edilizia e lo sviluppo sociale attorno a ‘dove passavano le ultime mura’ tracciano la Firenze moderna: sorgono i viali di circonvallazione e le grandi piazze, i nuovi quartieri della Mattonaia, del Barbano, della Scala e della Piagentina, nascono le Stazioni ferroviarie Maria Antonia e Leopolda e le sedi di mostre internazionali come il Parterre e il giardino dell’Orticoltura”.

I testi e le immagini – cartoline e fotografie rare dell’Otto e del Novecento che i fratelli Petrioli hanno selezionato attingendo al proprio sterminato archivio – testimoniano proprio la storia di una città in costante divenire, guidandoci tra porte e piazze, strade e monumenti, stazioni e barriere daziarie ma anche teatri e luoghi di svago, per farci capire com’era la vita dei fiorentini entro e fuori le mura, e mostrarci tanti luoghi che oggi non possiamo più vedere ma che hanno contribuito a fare la storia di Firenze.

 

.

Comitato Fiorentino per il Risorgimento – redazione web