Home » Risorgimento Firenze » Pubblicazioni » Risorgimento e Italia liberale. Figure e momenti fra Emilia, Romagna e Toscana

Risorgimento e Italia liberale. Figure e momenti fra Emilia, Romagna e Toscana

Autore  Sandro Rogari

Editore  Mattioli 1885

Anno     2017

Pagine:  274  Brossura

Prezzo   Euro 24,00

 

Il ceto politico liberale che guidò il Risorgimento nazionale nel decennio di preparazione e governò la concreta costruzione unitaria fino alla fine del XIX secolo fu composito. Gli studi raccolti in questo volume offrono uno spaccato di questo ceto come fu espresso dall‘Emilia, dalla Romagna e dalla Toscana. Essi non intendono essere rappresentativi di tutto il ceto politico liberale. La distanza dalla componente piemontese era marcata e lo sarà ancor più per i toscani, negli anni settanta, quando furono tacciati di costituirsi in Consorteria e causarono la caduta della Destra. Né questo ceto era assimilabile ai liberali meridionali che vivevano nelle loro terre di origine problemi drammatici di confronto con le forze reazionarie e di ordine pubblico che sfociarono talora in vere e proprie rivolte organizzate, come quella di Palermo del 1866. Si tratta di studi che mettono al centro dell’attenzione una parte di questo ceto, senza pretendere che esso sia rappresentativo della sua integralità, ma anche senza perdere di vista il contesto generale nazionale nel quale questo ceto politico opera. Sono infatti, saggi nei quali le specificità locali, politiche e sociali, si coniugano con la visione nazionale unitaria che questo ceto politico aveva saputo esprimere sotto la guida del suo leader indiscusso, Camillo Benso conte di Cavour fino alla sua scomparsa, avvenuta nel giugno 1861, e aveva portato avanti cercando di rimanere fedele al suo magistero negli anni successivi. Anche per questo lo studio che apre questa raccolta di saggi e che prescinde da ogni riferimento territoriale tratta delle origini e del consolidamento nei secoli dell’idea di nazione italiana della quale tutti si sentivano compartecipi

 

Sandro Rogari

nato a Firenze (1947), maturità classica, laureato presso la fiorentina Facoltà di Scienze Politiche “Cesare Alfieri”. Ha percorso tutta la carriera accademica presso l’Università degli Studi di Firenze. Nella sua carriera di docente è stato titolare di numerosi insegnamenti sempre nell’ambito degli studi contemporaneistici: Storia dei movimenti sindacali, Storia dello sviluppo economico e sociale italiano, Storia dei partiti e dei movimenti politici, Storia dell’Europa contemporanea e Storia contemporanea (corso avanzato). Membro di Società storiche nazionali e internazionali, è presidente della Società toscana per la storia del Risorgimento, dell’Accademia Toscana di Scienze e Lettere “La Colombaria”.E’ direttore responsabile della “Rassegna Storica Toscana”. I suoi interessi scientifici si sono orientati prevalentemente verso la storia del movimenti politici e sociali, verso la storia delle rappresentanze politiche e d’interesse e verso la storia della cultura e delle istituzioni di istruzione superiore. E’ autore di oltre duecento pubblicazioni fra le quali diciassette volumi come autore e diciotto come curatore.
Comitato Fiorentino per il Risorgimento - redazione web