Home » Risorgimento Firenze » Pubblicazioni » Quattro ore nelle tenebre

Quattro ore nelle tenebre

Autore Paolo Mazzarello

Editore Bompiani

Anno     2016

Pagine   220

Prezzo    Euro 13,00

 

Per le sue azioni don Luigi Mazzarello è stato insignito nel 2012 del titolo di “Giusto tra le Nazioni” dallo Yard Vashem di Gerusalemme.

“Quando scese il buio, ognuno cercò di contrastarlo come poteva. Tutti avevano una loro luce, ma non per tutti fu sufficiente a vedere nell’oscurità”

Monferrato, 1943. Lisa Vita Finzi ed Enrico Levi, zio del futuro scrittore Primo, fuggiti da Genova in campagna allo scoppio della guerra, dopo l’8 settembre capiscono di non essere più al sicuro tra le mura del palazzo dei Martinenghi dove si erano trasferiti all’inizio del 1941. Con una coppia di amici cercano rifugio a Lerma nell’antico santuario della Rocchetta, dove da qualche anno è approdato uno strano prete, don Luigi Mazzarello. Intelligente, affascinante e dal passato turbolento, don Luigi riuscirà con abilità a resistere alle intimidazioni dei nazifascisti e a salvare la vita dei suoi protetti ebrei, mentre nei monti circostanti infuria una delle peggiori stragi nazifasciste del nostro paese, l’eccidio della “Benedicta”, che portò all’uccisione di 147 partigiani e alla deportazione in Germania di molti altri giovani. “Quattro ore nelle tenebre” ricostruisce questa vicenda drammatica, una delle tante piccole luci che si accesero nel momento più cupo della storia.

 

Paolo Mazzarello è un medico, accademico e saggista italiano. Laureato con lode in Medicina nel 1980 come allievo del Collegio Ghislieri di Pavia, ha poi ottenuto a Milano il dottorato di ricerca in Scienze Neurologiche e la specialità in Neurologia.  Membro dell’Istituto Lombardo – Accademia di Scienze e Lettere e dell’Academia Europaea, insegna oggi Storia della Medicina all’Università di Pavia. È presidente del Sistema Museale di Ateneo di Pavia e direttore del Museo per la Storia dell’Università di Pavia.
Ha scritto anche su diverse testate, tra le quali «Il Corriere della Sera», «La Stampa» e sulle riviste «Nature», «Endeavour» e «Isis».
Il suo editore di riferimento è Bollati Boringhieri, per il quale ha pubblicato Costantinopoli 1786: la congiura e la beffa. L’intrigo Spallanzani (2004), Il genio e l’alienista. La strana visita di Lombroso a Tolstoj (2005), Il Nobel dimenticato. La vita e la scienza di Camillo Golgi (2006, con cui ha vinto il premio speciale Cesare Angelini e il premio Cesare Cantù), Il professore e la cantante. La grande storia d’amore di Alessandro Volta (2009), L’erba della regina. Storia di un decotto miracoloso (2013) ed E si salvò anche la madre. L’evento che rivoluzionò il parto cesareo (2015). Con Bompiani ha pubblicato nel 2016 Quattro ore nelle tenebre, sulla figura di don Luigi Mazzarello, eroe dell’antifascismo.

Comitato Fiorentino per il Risorgimento - redazione web