Home » Risorgimento Firenze » I luoghi » Gabinetto Vieusseux

Gabinetto Vieusseux

Il Gabinetto scientifico-letterario G. P. Vieusseux è un’istituzione culturale di Firenze.

untitledFu fondato nel 1819 a Firenze da Giovan Pietro Vieusseux, banchiere mercante e editore di origine ginevrina, e divenne nel secolo XIX punto d’incontro tra la cultura italiana e quella europea.

È ospitato a Palazzo Strozzi, mentre la pubblicazione della rivista Antologia, prosegue con la pubblicazione della Nuova Antologia, curata oggi dalla Fondazione Spadolini Nuova Antologia.

Conserva inoltre numerosi fondi di biblioteche private, tra i quali sono da citare quelli del poeta Carlo Betocchi, dello scrittore Emilio Cecchi, del musicista Luigi Dallapiccola, dello scrittore Ugo Ojetti e della figlia Paola.

 

Biblioteca

Piazza e Palazzo Strozzi (piano terreno), 50123 Firenze. Tel. 055 288342 int. 1 – Fax 055 2396743
biblioteca@vieusseux.it
Responsabile: Laura Desideri

Orario al pubblico: Lunedì, mercoledì e venerdì: 9-13.30, Martedì e giovedì: 9-18, Sabato: chiuso

L’accesso alla biblioteca, consentito a tutti, è gratuito.

 

 

l’Archivio Contemporaneo

Via Maggio 42, 50125 Firenze. Tel. 055 290131 – Fax 055 213188
archivio@vieusseux.it
Responsabile: Gloria Manghetti

 

Nell’ottobre 1975 viene costituito presso il Gabinetto G.P. Vieusseux l’Archivio Contemporaneo, per iniziativa dell’allora Direttore Alessandro Bonsanti, di cui oggi porta il nome.

Istituito con lo scopo principale di raccogliere materiale vario relativo a personalità del mondo contemporaneo, l’Archivio, ospitato nelle suggestive sale trecentesche di Palazzo Corsini Suarez di proprietà comunale, si distingue nel panorama dei molti Istituti nati con lo scopo di conservare per la poliedricità delle discipline e quindi della documentazione. Si spazia dalla letteratura creativa (narrativa e poesia) alla critica letteraria, dalla musica al teatro, dall’architettura alla pittura, dalla fotografia alla critica artistica.

Attualmente sono conservati più di 130 fondi, per un totale di oltre 500.000 documenti e 50.000 volumi, giunti per donazione, deposito e comodato, che, una volta ordinati e inventariati, sono messi a disposizione del pubblico secondo precise normative mirate alla tutela di questo importante patrimonio.

La consultazione avviene per appuntamento. Per l’ammissione alla consultazione dei manoscritti è richiesta agli studenti, ai laureandi e ai dottorandi una lettera di presentazione da parte del docente.

ORARIO: lunedì, martedì e venerdì 9-13, mercoledì e giovedì 9-17.30

 

Archivio Storico

Piazza e Palazzo Strozzi (5° piano), 50123 Firenze. Tel. 055 288342 int. 3 – Fax 055 239674
archiviostorico@vieusseux.it
Responsabile: Caterina Del Vivo

 

L’Archivio Storico del Gabinetto Vieusseux raccoglie la documentazione prodotta dall’Istituto, dalla fondazione ai nostri giorni. Conserva inoltre alcuni nuclei archivistici aggregati e carte private ottocentesche.Fra i nuclei aggregati si ricordano la corrispondenza fra G.P. Vieusseux e l’Istituto di corrispondenza archeologica di Roma e le lettere di G.P. Vieusseux a Carlo Martelli e Carlo Nota ed inoltre le carte e la corrispondenza dello scultore Hiram Powers.

Si ricorda che la consultazione delle carte d’Archivio degli ultimi decenni è regolata da precise norme a tutela di eventuali diritti.

 

Orario al pubblico (Previo appuntamento telefonico o per e-mail):

Lun.-Merc.-Ven. 9-14, Mart.-Giov. 9 -14 e 15 – 18

 

Centro Romantico

Piazza e Palazzo Strozzi (terzo piano), 50123 Firenze. Tel. 055 288342 int. 2 – Fax 055 2396743
centroromantico@vieusseux.it

 

Il Centro Romantico è il settore dell’Istituto che promuove, a partire dalla documentazione conservata presso l’Istituto, ricerche e iniziative sulla civiltà europea dell’Ottocento, in particolare per quanto riguarda l’acquisizione e la diffusione di conoscenze e il confronto fra le diverse esperienze e culture, che caratterizzarono il gabinetto di Giovan Pietro Vieusseux. Il vasto insieme degli interlocutori epistolari nei diversi paesi, la rete dei corrispondenti librari, la circolazione delle riviste, la documentazione sui viaggi e sui progressi delle scienze, il pubblico dei lettori, l’aggiornamento sulle esperienze sociali ed economiche, l’attenzione per i “forestieri” costituivano infatti il presupposto fondamentale delle iniziative che facevano capo al Gabinetto Vieusseux e che hanno segnato gran parte dei caratteri non municipali di Firenze e della Toscana nella storia recente. L’attività di ricerca e di divulgazione si estende per molteplici aspetti alle problematiche della civiltà odierna, e fanno parte dei compiti del Centro la consulenza e il sostegno alla ricerca.La promozione, anche con altri Enti, di convegni quali L’idea di Firenze. Temi e interpretazioni nell’arte straniera dell’Ottocento (1986), Le istruzioni scientifiche per i viaggiatori nel Sette e Ottocento (1997), Leopardi a Firenze. Il Carteggio Vieusseux e gli amici di Toscana (1998), Firenze, il Giappone e l’Asia Orientale (1999), L’eredità italiana di John Ruskin, 1900-2000 (2000), per citarne solo alcuni, la realizzazione di cicli come Istituzioni culturali nella Toscana di oggi (1995), o le iniziative volte a valorizzare la collaborazione con le ‘comunità’ straniere a Firenze offrono alla discussione e all’attenzione del pubblico i risultati delle linee di attenzione del Centro.

Tra i principali lavori attualmente in corso figurano l’Indice tematico e nominativo informatizzato del Carteggio Vieusseux, il Repertorio dei corrispondenti di Giovan Pietro Vieusseux e l’Archivio iconografico informatizzato sulla civiltà europea dell’Ottocento, quest’ultimo ancora in una fase di gestazione.

Dal novembre 1997, inoltre, è stata istituita con sede presso il Centro Romantico la Società italiana per lo studio dei rapporti fra scienza e letteratura.

Afferiscono al Centro la biblioteca orientale e la fototeca di Fosco Maraini acquisite grazie all’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

 

 

Sito dek Gabinetti Vieusseux   http://www.vieusseux.it/

Comitato Fiorentino per il Risorgimento - redazione web