Home » Risorgimento Firenze » Rassegna stampa

Rassegna stampa

Articoli e video dai vari media.

60 anni di umanesimo scientifico

Armando Massarenti    Il sole 24 ore 16 aprile E’ il 25 aprile 1945. Ludovico Geymonat vuole che nel colophon dei suoi Studi per un nuovo razionalismo, usciti per un piccolo editore (Chiantore), ci sia scritta, ben chiara, proprio quella data. La Liberazione doveva essere anche una liberazione da una morsa culturale in cui è stretto un Paese che ha abbracciato ...

Leggi Articolo »

Le Cinque Giornate, i Savoia e i briganti

Lettere al Corriere della Sera  23 marzo 2017   Caro Aldo, ho notato con rammarico che nessuno si è ricordato che il 18 marzo iniziavano le Cinque Giornate di Milano. Anni fa venivano messe le bandierine sui tram e solerti maestre facevano scrivere temi appassionati agli scolari, oltre a qualche gita al museo del Risorgimento in via Borgonuovo. Adesso vedo ...

Leggi Articolo »

Il malinteso di Radetzky su Vittorio Emanuele II

Nel 1849 il feldmaresciallo asburgico favorì l’ascesa del nuovo re che avrebbe mosso guerra all’Austria due volte. La biografia del sovrano di Adriano Viarengo Paolo Mieli    Corriere della Sera 22 marzo Agli interlocutori austriaci il ventottenne Vittorio Emanuele — appena asceso al trono dopo l’abdicazione del padre, Carlo Alberto, successiva alla sconfitta di Novara nel 1849 — parve un sempliciotto. ...

Leggi Articolo »

Nordisti e sudisti litigano ma in fondo sono d’accordo

Lettere al Corriere della Sera Caro Cazzullo, lei esalta l’élite del Risorgimento, ma dimentica quanto è stato perpetrato dai governi sabaudi a danno delle popolazioni del Sud.  Arcangelo Addeo Caro Arcangelo, La difesa del Risorgimento mi ha procurato un implacabile nemico: i neoborbonici. Attivissimi sul web, dopo l’uscita di Viva l’Italia! mi coprirono di improperi. In segno di pace, quando ...

Leggi Articolo »

70 anni della repubblica. Un’Italia senza bussola

Paolo Bricco Sole 24 Ore 28 gennaio Piero Craveri è autore, con L’arte del non governo. L’inesorabile declino della Repubblica italiana, di una doppia scommessa intellettuale: ricostruire la nostra storia di lungo periodo e adoperare un codice interpretativo multiplo. Craveri non si fa abbacinare dalla luce nera del presente, per quanto non esiti a professare tutto il suo pessimismo: il ...

Leggi Articolo »

Tradimenti senza fine Il mito delle «rivoluzioni» rinnegate

Paolo Mieli  Il Corriere della Sera 11 gennaio   Nelle pagine iniziali di un importante saggio per metà autobiografico appena pubblicato dal Mulino, Credere, tradire, vivere. Un viaggio negli anni della Repubblica, Ernesto Galli della Loggia si sofferma in particolare su uno dei tre verbi di cui al titolo del suo libro: «tradire». Torna, Galli della Loggia, alle parole «gelidamente ...

Leggi Articolo »

I CATTOLICI DI GENTILONI: UN PATTO CON GIOLITTI

Lettere a Sergio Romano Corriere della Sera 24 dicembre Il nome dell’attuale presidente del Consiglio italiano mi ha richiamato alla memoria il suo antenato Vincenzo Ottorino che è ricordato per il patto che strinse con Giolitti, in base al quale i cattolici, che si erano estraniati dalla politica in seguito al «Non expedit» di Pio IX, ripresero ad interessarsene partecipando ...

Leggi Articolo »

LA RIVOLUZIONE DEI LUMI E QUELLA DEI SOVIET

Lettere a Sergio Romano     Corriere della Sera   5 dicembre A volte mi capita di leggere che l’Illuminismo è stato culturalmente responsabile della Rivoluzione d’Ottobre e delle dittature del XX secolo. Quanto c’è di vero in tali accuse?  Calogero Chinnici Caro Chinnici, I«Lumi», come vennero chiamati in Francia, ebbero una grande influenza sulle società europee e crearono il clima culturale in ...

Leggi Articolo »

Cari liberisti, siate più coraggiosi. La disuguaglianza non è un peccato

Danilo Taino  Corriere della Sera 24 novembre Nell’Italia di oggi, un conduttore di talk-show televisivi che dice di essere liberista e sostiene che «la disuguaglianza fa bene» dev’essere un po’ sconsiderato. Se lo mette nero su bianco in un libro, cerca guai. Nicola Porro, però, ama il rischio: d’altra parte, così dev’essere un liberista. Quindi, il libro l’ha scritto e ...

Leggi Articolo »

Autoritratto di Soffici

Antonio Natali    Sole 24 ore 16 ottobre L’antica e ricca collezione degli autoritratti è il segmento degli Uffizi che forse più d’ogni altro toccava le corde del cuore di Luciano Berti, che giustamente la considerava il luogo privilegiato per tenere aggiornato il museo sulla contemporaneità. Fu proprio per estenderla ulteriormente che, sullo scorcio degli anni settanta del secolo passato, Berti ...

Leggi Articolo »

LE MINORANZE LINGUISTICHE NELL’ITALIA DI IERI E DI OGGI

Lettere a Sergio Romano Corriere della Sera  16 ottobre Risulta strano, al giorno d’oggi, capire le motivazioni del tentativo di sradicazione dell’identità culturale delle popolazioni in molte regioni bilingui a seguito (dopo il 1918) dell’annessione all’Italia. Leggendo la storia familiare di Lilli Gruber (Eredità), ci si rende conto che non solo i nomi dei luoghi vennero cambiati: una sua prozia, ...

Leggi Articolo »

L’inno bistrattato di Mameli «provvisorio» da 70 anni

«Fratelli d’Italia», musicato da Michele Novaro e scritto da Goffredo Mameli, gonfio di retorica, non è ancora riuscito a ottenere il marchio di definitivo. E forse merita un po’ più di rispetto da parte di tutti Gian Antonio Stella  Corriere della Sera 12 ottobre   Ombretta Colli e il complesso jè-jè «Gli Ambulanti», una sera stramba di tanto tempo fa ...

Leggi Articolo »

LA CONQUISTA DEL SUD E I MALI CHE NON PASSANO

Lettere a Sergio Romano   Corriere della Sera 23 settembre Gradirei conoscere un suo parere riguardo le tesi estreme sostenute dal giornalista pugliese Pino Aprile nel suo ultimo saggio Carnefici, nelle cui pagine si arriva a parlare di genocidio dei piemontesi, durante il Risorgimento, nei confronti delle popolazioni del Meridione italiano. Giuseppe Pollicelli Caro Pollicelli, Ho visto recentemente «American Outlaws» (fuorilegge ...

Leggi Articolo »

Savoia, l’adesione al fascismo non cancella i meriti della dinastia

Esce una nuova edizione del saggio «Casa Savoia nella storia d’Italia» in cui Luigi Salvatorelli demolisce ogni aspetto della Casa Reale. Un giudizio forse eccessivo   Giuseppe Galasso Corriere della Sera 22 agosto   Il destino dei Savoia tra gli storici ha finito con l’essere infelice quanto il loro destino politico, deciso dal referendum che nel 1946 instaurò in Italia ...

Leggi Articolo »

Antifascisti perché risorgimentali

Gaetano Pecora  Il Sole 24 ore 31 luglio   Diciamolo subito, senza cincischiare con le parole: per il suo libro (Momenti e figure del liberalismo italiano), Maurizio Griffo ha scelto un titolo che proprio non rapisce. Almeno non rapisce il lettore frettoloso, il quale prendendo di scorcio questo volume potrebbe addirittura traguardarlo con ciglio contratto, come si fa con le ...

Leggi Articolo »

Ernesta, paladina dei diritti

Italia Ebraica agosto 2016   Cesare Battisti e Nazario Sauro. Cosa resta della memoria dei due irredentisti a un secolo di distanza dalla loro tragica fine? L’anniversario del loro sacrificio impone di rimettere a fuoco due figure che appartengono alla nostra storia più vicina. Il 12 luglio 1916 Cesare Battisti venne impiccato aTrento al termine di un processo per tradimento ...

Leggi Articolo »

Una Carta ancora più viva

Mauro Campus   Sole 24 Ore  19 Giugno I settant’anni della Repubblica dovrebbero rappresentare un’occasione non retorica per valutare il significato e la tenuta dello schema istituzionale che ha garantito lo sviluppo democratico del paese. Farlo sottraendosi alle discutibili ragioni dell’attualità politica ed evitando la teleologia è necessario per riflettere sulla contemporaneità. Questo è quanto riesce a fare Paolo Pombeni con ...

Leggi Articolo »

NOI VINCITORI SENZA VITTORIE

 BENCHÈ SCONFITTA A CUSTOZA E A LISSA L’ITALIA OTTENNE IL VENETO NEL 1866 Ai primi di gennaio del 1866 l’imperatore austriaco Francesco Giuseppe inaugurò l’anno profetizzando all’ambasciatore inglese John Bloomfield che, stando alle sue sensazioni, quei dodici mesi sarebbero trascorsi tranquillamente e pacificamente. Un annuncio incauto dal momento che di là a breve l’Austria sarebbe entrata in conflitto con la ...

Leggi Articolo »

Il rigore laico di Arturo Colombo

Fedele alle idee del Risorgimento, si richiamava alla tradizione mazziniana e ai fermenti innovativi del Partito d’Azione.   Giuseppe Galasso  Corriere della Sera  7 giugno   Una nativa passione repubblicana e democratica era certamente la cifra fondamentale della personalità di Arturo Colombo, scomparso il 6 giugno all’età di 81 anni, e non solo dal punto di vista delle sue convinzioni ...

Leggi Articolo »

La zona grigia nel nuovo Stato

Carlo Liucci  Sole 24 ore 29 maggio Per Primo Levi, la «zona grigia» era l’ambigua terra di nessuno fra bene e male, emersa nei campi di sterminio, ove «quanto più dura è l’oppressione, tanto più è diffusa tra gli oppressi la disponibilità a collaborare col potere». Ma la categoria della «zona grigia» sarà in tempi più recenti adottata anche dagli ...

Leggi Articolo »